fbpx

CHI SIAMO

La nostra società nasce dopo decenni di esperienza nel settore del karate TRADIZIONALE E SPORTIVO , abbiamo deciso di intraprendere questo PERCORSO con la convinzione che sia la cosa più giusta per seguire i nostri atleti e dare loro la possibilità di crescere e gareggiare pur mantenendo costante il nostro percorso nel tradizionale . Per questo motivo siamo costantemente in aggiornamento con le federazioni per dare il massimo della qualità ai nostri ragazzi Oss!

MAURIZIO BIGARANI TECNICO FEDERALE FIJLKAM – CSEN – FIKTA

CINTURA NERA 4° DAN

  • karate ama­to­ri­ale inteso come dis­ci­plina del benessere fisico, dell’equilibrio men­tale,difesa personale , riv­olto a per­sone adulte;
  • karate ago­nis­tico sportivo per i gio­vani che si vogliono con­frontare nelle gare; di kata (forma) oppure kumite (combattimento libero)
  • karate-​educazione come stru­mento di trasmis­sione di val­ori e valenze, di sup­porto ai gio­vani e gio­vanis­simi nella ricerca del pro­prio equi­lib­rio, della forza di carat­tere, e della pro­pria personalità;
  • karate e difesa per­son­ale stru­mento di autostima.,miglioramento dell’autocontrollo
  • Karate tradizionale , solitamente, ha come scopo quello di adottare l’arte in tutti i suoi aspetti: quello marziale, filosofico e spirituale per quanto riguarda il modo di vivere l’arte stessa, e quello dell’efficacia della tecnica per quanto riguarda l’aspetto pratico.

GABRIEL BIGARANI 2°DAN

AIUTO ISTRUTTORE

Pluri campione nelle specialità Kata e Kumite tutt’ora impegnato nell’agonismo.

You missed

Abbiamo emanato un nuovo Protocollo attuativo delle “Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere”.Un documento semplice quanto importante, scritto con la collaborazione del CONI, del Comitato Italiano Paralimpico, della Federazione Medico Sportiva Italiana, delle associazioni di categoria maggiormente rappresentative e con il contributo di un team di medici dello Spallanzani, del Bambino Gesù e del Gemelli.Sappiamo purtroppo che l’evolversi della situazione sanitaria potrebbe costringere il Governo a misure drastiche per moltissimi settori ma anche per scongiurare ciò bisogna essere rigorosi nel rispetto delle regole.So bene che i gestori di palestre, piscine e centri sportivi sono stati scrupolosi nel rispetto delle indicazioni date finora e la dimostrazione è che non vi sono focolai riconducibili a questi luoghi. Per questo nel protocollo troverete come obbligatorie una serie di misure che già molti centri sportivi avevano iniziato a utilizzare. Noterete ad esempio l’obbligo di indicazione del numero massimo di persone che possono essere presenti in contemporanea, l’obbligo di prenotazione, la distanza di sicurezza anche quando non si pratica l’attività sportiva, procedure di igienizzazione in relazione al numero di persone ma anche indicazioni sulle corrette modalità e i tempi di aerazione dei locali. Stiamo dando tutti il massimo e dobbiamo continuare a farlo!A questo link potrete scaricare il nuovo protocollo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: